Nomina dei vertici militari: Cavo Dragone capo di stato maggiore della Difesa

Imagoeconomica_1267246-e1633173564582-1138x630

 

 

 

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha deliberato ieri sera le nuove nomine ai vertici delle Forze Armate.

Il capo di stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone (nella foto d’apertura e in coda all’articolo), è stato nominato capo di stato maggiore della Difesa, incarico in cui a inizio novembre avvicenderà il generale Enzo Vecciarelli.

Enrico-Credendino-4

Al posto di Cavo Dragone, alla testa della Marina è stato nominato l’ammiraglio di squadra Enrico Credendino (nella foto qui sopra)  mentre il generale di squadra aerea Luca Goretti (nella foto sotto) è stato nominato capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, incarico in cui avvicenderà il generale Alberto Rosso.

img_genGoretti

Oltre ad avere un’esperienza consolidata anche in ambito interforze che lo rende il candidato più qualificato a ricoprire tale incarico, la nomina di Cavo Dragone conferma la volontà istituzionale di mantenere la rotazione tra le tre forze armate per l’incarico di vertice di stato maggiore Difesa e di affidare tale carica a un alto ufficiale che abbia già guidato la propria forza armata.

Come ha ricordato l’agenzia di stampa Adnkronos, l’unico ostacolo era il limite dell’età e il superamento del limite del servizio permanente (Cavo Dragone ha 64 anni) risolto però a inizio ottobre proprio alla luce di una modifica normativa approvata dal governo e pubblicata nella Gazzetta ufficiale: il dl 132 del 30 settembre che conteneva anche “disposizioni urgenti in materia di difesa”.

La nuova norma ha apportato una modifica all’articolo 25, comma 1, del Codice dell’ordinamento militare laddove si prevedeva che il capo di stato maggiore della Difesa “è scelto tra gli ufficiali in servizi permanente”: la nuova formulazione prevede invece che il capo di SMD sia scelto tra gli ufficiali di grado non inferiore a quello di generale di corpo d’armata dell’Esercito italiano, di ammiraglio di squadra della Marina militare e di generale di squadra aerea dell’Aeronautica militare “in servizio permanente ovvero richiamati”.

CSM Cavo Dragone nuova senza scritta

“È un grande onore e un privilegio. Con riconoscenza apprendo di questa nomina. Farò del mio meglio al comando delle Forze Armate, così come ho fatto fino ad ora per la Marina” ha dichiarato Cavo Dragone.

Giuseppe Cavo Dragone, sposato con tre figli, è nato ad Arquata Scrivia (Alessandria) il 28 febbraio 1957. Dopo il conseguimento della maturità classica all’Istituto Andrea Doria di Novi Ligure, è entrato in Accademia Navale. Ha frequentato le scuole di volo della U.S. Navy in Florida e nel Texas.

Rientrato in Italia nel settembre 1981, è stato imbarcato come pilota di elicotteri AB-212 sul cacciatorpediniere Ardito in occasione dell’impiego nelle acque del Libano. Nel 1987 ha assunto il comando, nel grado di tenente di vascello, del cacciamine Milazzo con cui, dal settembre ’87 al marzo ’88, ha partecipato alla prima missione in Golfo Persico.

Tra il settembre 1991 e il settembre 1993 è stato il primo comandante del Gruppo Aerei Imbarcati. Ha frequentato anche la Scuola di Guerra (Istituto di Guerra Marittima) a Livorno e l’Istituto di Stato Maggiore Interforze a Roma.  E’ stato comandante operativo di Vertice Interforze e Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Nel settembre 1996, con il grado di Capitano di Fregata, gli è stato assegnato il Comando della Fregata Euro, con sede a Taranto e dopo un anno, è tornato a comandare il Gruppo Aerei Imbarcati a Grottaglie (Taranto).

Dal 27 settembre 2002 al 16 ottobre 2004 è stato il comandante della Portaeromobili Giuseppe Garibaldi. Tra gli incarichi ricoperti, dal 27 ottobre 2005 al 5 settembre 2008 è stato comandante delle forze aeree della Marina militare e capo del VI Reparto Aeromobili dello Stato Maggiore Marina. Dall’11 settembre 2008 al 12 ottobre 2011 è stato il comandante del raggruppamento subacquei ed incursori della Marina Militare.

giuseppecavodragone-marinamilitare-italia-difesa-forzearmate-aeronauticamilitare-militari-f35-harrier-interforze-joint-coi-cofs-goi-comsubin-784x348

Dal 13 ottobre 2011 al 17 ottobre 2014 ha ricoperto l’incarico di comandante dell’Accademia Navale. Dal 3 novembre 2014 al 26 giugno 2016 ha guidato il Comando Interforze per le Operazioni delle Forze Speciali (COFS).

Nel luglio 2016 ha assunto la guida del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI) fino alla nomina a Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, incarico che ricopre dal 22 giugno 2019.

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password