Baldoni: gli attacchi cyber dalla Russia sono stati meno del previsto

agenzia-cybersicurezza-nazionale

 

 

La minaccia cyber russa si è palesata ma meno del previsto, secondo il direttore generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, Roberto Baldoni.

Dallo scoppio del conflitto in Ucraina “ci sono stati ovviamente degli attacchi informatici di matrice russa ma non quanti ce ne aspettavamo. Ci aspettavamo qualcosa in più ed è un dibattito che si sta facendo all’interno del circuito delle agenzie di cybersicurezza nazionale” ha detto Baldoni ieri a Napoli all’Assemblea parlamentare del Mediterraneo.

download

“Nel 2019 per quanto riguarda tutte le organizzazioni che rientrano nel perimetro di sicurezza nazionale cibernetica avevamo già rinforzato le misure di sicurezza. Ovviamente l’Agenzia sta monitorando molto strettamente la situazione nel quadrante di crisi Ucraina ed è pronta a reagire in tempo reale a possibili attacchi per dare poi quelle informazioni che possono essere utili a tutte le aziende, e al settore della Pubblica Amministrazione, per poi adottare le contromisure.

E’ un esercizio – ha aggiunto Baldoni – che va continuamente portato avanti ed è questo che l’Italia deve imparare a fare nei prossimi anni”.

Il direttore dell’ACN ha sottolineato che “sulla cyber security l’Italia ha assunto una postura importante, non solo a livello nazionale ma anche internazionale”.

E’ importante perché mostrare che l’Italia ha preso molto sul serio questo problema realizzando un’agenzia che arriverà a 300 persone alla fine del 2023, e a 800 alla fine del 2028, significa anche sicurezza e questo attrae investimenti dall’estero per quanto riguarda il mercato del digitale”. Baldoni ha sottolineato la necessità “di non inasprire i toni” in merito agli attacchi Cyber e a considerare il fenomeno qualcosa a cui fare l’abitudine”.

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password