Esercitazione “Noble Hunter” per il Battle Group NATO in Ungheria

2059a7a5-f204-44bd-90df-3ca2800acacesupporto di fuocoMedium

 

 

Il Contingente Italiano su base Brigata Alpina Taurinense, parte del Battlegroup NATO schierato sul fianco sud-orientale dell’Alleanza Atlantica nell’ambito dell’Operazione Enhanced Vigilance Activity, ha condotto nella settimana appena terminata un’articolata esercitazione continuativa orientata alle operazioni offensive, denominata “Noble Hunter”.

6014c0d4-3564-4adc-9a89-c01b2d08caabaliquota esploranteMedium

L’esercitazione, pianificata  dal Comando del Battlegroup, ha visto la partecipazione di oltre 700 unità e 150 veicoli da combattimento ed è stata condotta integralmente in modalità a partiti contrapposti.

83fda863-d9f3-4e8b-a868-07e793866cbdindicazione obiettiviMedium

Tra le principali unità esercitate la Compagnia Italiana su base 3° Reggimento Alpini, la Compagnia statunitense parte della 101^ Divisione Aviotrasportata, la Compagnia croata comprendente polizia militare e artificieri e per finire unità di fanteria, genio, artiglieria e difesa CBRN (Chimica, Biologica, Radiologica, Nucleare) appartenenti alla 1^ Brigata Corazzata ungherese.

139441e2-9cd8-491d-8d89-df5f1c706c64vtmm del genio italiano e raven statunitenseMedium

Particolarmente premiante inoltre la partecipazione all’attività da parte di un caccia “Gripen” dell’Aeronautica Ungherese che è stato guidato, nelle sue azioni di attacco al suolo simulato, dal team JTAC (Joint Terminal Attack Controller) organico al Contingente Italiano ed effettivo in patria al Reggimento Lagunari Serenissima.

e39f110e-8cf0-4cbd-8b2d-6e416294586fcoordinamento con unità ungheresiMedium

Focus esercitativo le attività offensive e le attività ISTAR (Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Recconnaissance) con l’individuazione di unità nemiche e di ostacoli attivi e passivi (campi minati, fossati anticarro e reticolati), e con la manovra di ogni assetto esercitato.

99a6b255-7c7b-4fab-b643-2648624fc9d2fucilieri alpiniMedium

La dinamica e articolata esercitazione “Noble Hunter” caratterizzata da condizioni climatiche particolarmente logoranti per il personale, i veicoli ed i sistemi d’arma, ha visto il NATO eVA-Battlegroup elevare ulteriormente il livello di interoperabilità tra gli assetti dei rispettivi Contingenti Nazionali presenti in area di operazioni anche per ciò che riguarda il supporto logistico garantito da una componente mista composta da personale italiano e ungherese.

e70db0db-259c-48cf-a965-d97b74a83bf6comunicazioni tra unitàMedium

02347466-4d84-49df-94e5-cf2bca4452edritiro armamento individualeMedium

Fonte: Stato Maggiore Difesa

 

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password