I turchi negano ancora il via libera all’adesione alla NATO di Svezia e Finlandia

thumbs_b_c_223c994f2730910dec1ff1d5f703ffe3

 

 

La Turchia rileva che Svezia e Finlandia non hanno soddisfatto i requisiti per ottenere l’adesione alla Nato continuando a sostenere il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), per Ankara un movimento terrorista. Lo ha dichiarato oggi il ministro della Difesa turco Hulusi Akar.

“Osserviamo che Svezia e Finlandia non adempiono agli obblighi previsti dal memorandum” sulla sicurezza. “Ci aspettiamo misure concrete per cessare il sostegno alle organizzazioni terroristiche e revocare le restrizioni all’esportazione”, ha affermato il ministro in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa turca Anadolu poco dopo il suo arrivo in Repubblica Ceca dove si trova in visita.

Akar ha anche evidenziato che Ankara ha condannato una manifestazione di sostenitori del PKK a Stoccolma, dove i manifestanti hanno appeso per i piedi un fantoccio del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Il ministero degli Esteri turco ha convocato l’ambasciatore svedese in Turchia per protestare contro la manifestazione del PKK.

thumbs_b_c_96d0bcea45f02ed23ec6fdc54de4ddeb

Inoltre, l’ufficio del procuratore generale turco ha aperto un procedimento penale sulla vicenda. Nel maggio 2022, a tre mesi dall’inizio della crisi ucraina, Finlandia e Svezia hanno presentato la domanda di adesione alla Nato, abbandonando decenni di neutralità e citando un cambiamento nella situazione della sicurezza in Europa.

L’esame delle richieste è stato inizialmente bloccato dalla Turchia a causa del sostegno di lunga data di Helsinki e Stoccolma al PKK, che Ankara considera una minaccia alla sua sicurezza nazionale. A giugno, Turchia, Svezia e Finlandia hanno firmato un memorandum di sicurezza che ha sbloccato l’inizio dei negoziati per l’adesione dei due paesi scandinavi all’alleanza. Le parti hanno concordato di rafforzare la cooperazione nella lotta al terrorismo, comprese le misure contro il PKK, e di revocare le restrizioni alle esportazioni di armi verso la Turchia. Solo Turchia e Ungheria non hanno ancora approvato l’adesione dei due nuovi candidati alla Nato.

(con fonti AP e Anadolu)

Foto Anadolu

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password