Thales Alenia Space: contratto con l’ESA per le comunicazioni satellitari quantistiche TeQuants

Quantum satellite communications Thales Alenia Space (002)

 

Thales Alenia Space, una joint venture Thales (67%) e Leonardo (33%), ha siglato un contratto con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per la conduzione del Progetto TeQuantS (Sviluppo tecnologico per la distribuzione di Quantum reSource nello spazio) per lo sviluppo di tecnologie di comunicazione quantistica spazio-terra. Il contratto, parte del programma ARTES – 4.0 Core Competitiveness dell’ESA, è supportato dall’Agenzia spaziale francese CNES (Centre National d’Etudes Spatiales) e dall’Agenzia spaziale austriaca ALR.

L’elemento del programma ESA ARTES (Advanced Research in Telecommunications Systems) Core Competitiveness è dedicato allo sviluppo, alla verifica e alla dimostrazione di tecnologie e prodotti per il mercato delle telecomunicazioni satellitari.

Il progetto TeQuantS ha come obiettivo lo sviluppo di tecnologie quantistiche per applicazioni di cybersecurity e reti informatiche quantistiche future. Tali tecnologie consentiranno a Thales Alenia Space e ai suoi partner di realizzare satelliti e stazioni ottiche di terra entro la fine del 2026. TeQuantS contribuirà, quindi, a dimostrare le prestazioni dei collegamenti satellitari quantistici a lunga distanza.

I satelliti sono, oggi, considerati la soluzione migliore per le comunicazioni quantistiche a lunga distanza, poiché i collegamenti a terra in fibra ottica in grado di trasmettere direttamente le informazioni quantistiche sono limitati a una portata di circa 150 chilometri.

La sfida principale per la cybersecurity consiste nel generare chiavi crittografiche sicure, utilizzando le proprietà quantistiche della luce e distribuirle agli utenti in qualsiasi parte del mondo. Questa capacità è una risposta alla minaccia dei computer quantistici potenzialmente in grado di decifrare le chiavi crittografiche attualmente di uso quotidiano.

La sfida principale per le reti informatiche quantistiche è quella di consentire ai futuri computer e sensori quantistici di dialogare tra loro e di ottenere i risultati esponenziali promessi in termini di prestazioni. Le comunicazioni quantistiche sono attualmente al centro di importanti programmi di ricerca e sviluppo, in particolare il progetto EuroQCI in Europa.

Il progetto TeQuantS, con a capo Thales Alenia Space, si avvarrà delle competenze di un consorzio composto dal Airbus Defence and Space partner prime, da sette piccole imprese e startup (ALPAO, AUREA Technology, BERTIN Technologies, MIRATLAS, OGS Technologies, QTlabs e SIGMAWORKS) e da due laboratori di ricerca (LIP6 – Università della Sorbona e INPHYNI/CNRS). I partner del progetto contribuiranno allo sviluppo di tecnologie innovative congiunte per l’incremento delle comunicazioni quantistiche in linea con gli obiettivi europei.

Dal 2018, Thales Alenia Space ha dispiegato la sua tabella di marcia per sviluppare comunicazioni quantistiche end-to-end mature, in modo particolare attraverso i progetti avviati dalla Commissione Europea (OPENQKD, QSAFE) e dall’ESA (SAGA). Con questa roadmap, pienamente allineata con quella del progetto TeQuantS, Thales Alenia Space è focalizzata non solo sui satelliti, ma anche sulle stazioni di terra e su segmenti di missione completi, sfruttando la sua lunga esperienza come integratore di sistemi di telecomunicazione e sviluppatore di terminali ottici, facendo leva, inoltre, sui due decenni di esperienza di Thales nelle comunicazioni quantistiche.

“Sostenere l’autonomia, la leadership e la responsabilità europea nel mondo digitale di oggi sta diventando sempre più importante – ha dichiarato Javier Benedicto, Acting Director of Telecommunications and Integrated Applications dell’ESA – Siamo orgogliosi di lavorare con il consorzio guidato da Thales Alenia Space per garantire che i cittadini europei continuino a beneficiare della connettività sicura basata sullo spazio nella vita quotidiana sulla Terra.”

“Siamo lieti di lavorare con i nostri partner per lo sviluppo di tecnologie quantistiche che dimostreranno la capacità di stabilire collegamenti operativi di comunicazione quantistica satellitare a lunga distanza e di sostenere la sovranità dell’Europa in questo settore” – ha dichiarato Marc-Henri Serre, Vicepresidente esecutivo per le Telecomunicazioni di Thales Alenia Space – “Ringraziamo l’ESA, il CNES e l’Agenzia spaziale austriaca per il fondamentale supporto a questo progetto che affronta le sfide future della cybersicurezza e delle reti informatiche quantistiche”.

 

I membri del consorzio TeQuantS e il loro expertise

 THALES ALENIA SPACE: Sistemi quantistici

AIRBUS DEFENCE & SPACE: Sistemi quantistici

ALPAO: Ottica adattiva

AUREA Technology: Apparecchiature e componenti quantistici

BERTIN Technologies :Sistemi Optomeccanici

MIRATLAS: metrologia dei canali atmosferici

OGS Technologies: Stazioni ottiche di terra

QTLabs: Distribuzione di chiavi quantistiche

SIGMAWORKS: Sincronizzazione quantistica dei canali

LIP6– Sorbonne University: Sistemi quantistici

INPHYNI – Côte d’Azur University/CNRS: Sistemi quantistici

 

Fonte. Comunicato Thales Alenia Space

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password