Ucraina: al via la produzione dell'Antonov An-70

An-70

Il 22 gennaio scorso il Ministero della Difesa ucraino ha autorizzato la produzione in serie dell’Antonov An-70, quadrimotore da trasporto tattico con capacità STOL (decollo ed atterraggio corto) che il costruttore tenta di inserire in una fascia di mercato che nei prossimi dieci anni potrebbe fatturare fino a US$ 30 miliardi. Sviluppato in collaborazione con la Russia, l’An-70 è un progetto che risale agli anni Settanta, voluto dal Cremlino per sostituire l’An-12 nel ruolo di velivolo da trasporto tattico e strategico. Minato dalla crisi che ha portato al disgregamento dell’Unione Sovietica, il programma ha subito negli anni numerose battute d’arresto, ritardi che si sono protratti fino al momento del rilancio dell’azienda avvenuto con l’accordo russo-ucraino del giugno 1993 e con il contemporaneo arrivo dei finanziamenti stanziati dal Cremlino.

Soldi e sostegno tecnologico che Mosca ha garantito per quasi vent’anni e che sembra siano riusciti a mantenere viva una partnership che in altri settori si è conclusa con la fine dell’era Yanukovych e con gli effetti, dell’invasione russa della Crimea e della rivolta filorussa in Ucraina orientale. Nel tempo i ritardi hanno comunque causato notevoli perdite, soprattutto in un mercato come quello dell’heavy-lift dove ci sono concorrenti quali Airbus A400M,Embraer KC-390 e Lockheed Martin C-130J-30 Hercules, velivoli che si sono già assicurati fette di mercato considerevoli e che si sono garantiti commesse sostenibili nel tempo.

Costruito negli stabilimento AVIANT di Kiev, l’Antonov An-70 è equipaggiato con quattro motori propfan AG Ivchenko D-27 da 10.350 kW (13.880 hp) ciascuno ed eliche controrotanti SV-27 realizzate dall’azienda russa Aerosila JSC che spingono il velivolo ad una quota di servizio di 12.000 m (39.370 ft) e ad una velocità di crociera è di 700-750 km/h (velocità massima 780 km/h).

Con decollo ed atterraggio da piste convenzionali (con superficie preparata o semi preparata) lunghe 1.550-1.800 m, il velivolo ha una capacità di trasporto pari a 47 t; in configurazione STOL (con superficie semi preparata), con piste lunghe quindi 600-700 m e superficie semi preparata, il carico utile scende a 20 t.

L’autonomia massima è di 6.700-8.000 km, mentre il rapporto tra range operativo e carico autorizzato va dai 3.000 km con 47 t ai 6.600 con 20 t. La distanza scende considerevolmente in ambiente operativo STOL, con un range che va dai 1.200 km per 35 t di carico ai 3.300 km per 6.600 t.

Fino a prima dell’embargo imposto alla Russia da Stati Uniti ed Unione Europea, Mosca aveva in essere ordini per 160 An-70; due quelli consegnati fino ad ora alle Forze aeree ucraine, mentre 5 sono quelli in configurazione da trasporto merci ordinati dalla compagnia aerea civile russa Volga-Dnepr. (IT log defence)

Foto: Antonov

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password