La Cina testa l’ICBM Dongfeng-41

DF-41-1

La Cina ha confermato di aver collaudato il lancio di un missile balistico intercontinentale affermando che quanto accaduto rientra nelle normali attività di sperimentazione scientifica previste all’interno del proprio territorio e che tale test non è volto a minacciare altri paesi.

32La notizia, rilanciata dai media internazionali, è stata diramata dall’Ufficio affari esteri del Ministero della Difesa Nazionale (MND) attraverso un post pubblicato da sito web Chinamil intitolato “Ministero della Difesa risponde al test di un missile intercontinentale effettuato nei pressi del Mar Cinese Meridionale”.

Secondo le dichiarazioni di alcuni funzionari del Pentagono il test sarebbe stato effettuato con un Dongfeng-41 (DF-41), missile balistico intercontinentale con capacità nucleare che le Forze armate cinesi catalogano come CSS-X-10 ed entrato in servizio negli ultimi mesi.

Il DF-41 (video)  è un missile a tre stadi a combustibile solido che vola ad una velocità di Mach 25 (30.626 km/h; 19.030 mph; 8,507 km/s) per un raggio d’azione operativo di  12.000 – 15.000 chilometri (7.500 – 9.300 mi).

Lanciabile da silo o da rampa installata su piattaforma mobile (anche ferroviaria secondo il Pentagono), può essere armato con una testata termonucleare da 1 Mt o con un massimo di 10 testate multiple indipendenti (MIRV) da 20, 90, 150 o 250 kt. (IT log defence).

Foto: RT e Xinhua

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password