Cento nuovi velivoli per l’Aviazione navale russa

MiG_29K_KUB_small

Il comandante dell’Aviazione Navale della Marina russa, generale Igor Kozhin, ha riferito alla stampa nazionale che nel triennio 2017-2020 la forza aerea navale riceverà circa 100 nuovi velivoli tra aerei ed elicotteri.

“In conformità con il programma di Stato relativo alla modernizzazione e al rinnovamento della flotta di velivoli dell’Aviazione navale russa – ha dichiarato Kozhin – saranno almeno un centinaio i nuovi velivoli che giungeranno ai nostri reparti entro la fine del 2020”.

Tra questi velivoli, ha specificato Kozhin, non mancheranno le consegne di nuovi caccia imbarcati MiG-29K e biposto MiG-29KUB nonché di elicotteri Kamov Ka-52K “Katran” in sostituzione di alcuni esemplari di Kamov  Ka-29.

Si tratta di un’affermazione che risulta tuttavia particolarmente incomprensibile data la sostanziale differenza d’impiego operativo tra i due elicotteri; il primo infatti è un elicottero esclusivamente vocato alle missioni d’attacco, il secondo invece è nato principalmente per operare con gli sbarchi anfibi avendo la possibilità di ospitare fino a 16 soldati armati, cosa assolutamente preclusa al Ka-52K.

Foto RAC MIG

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password