Caccia Sukhoi Su-30SM per l’Aeronautica Armena?

Sukhoi-Su-30SM_astanatimes.com

L’Armenia starebbe negoziando l’acquisto di caccia Sukhoi Su-30SM dalla Russia: lo ha dichiaratro  il ministro della Difesa armeno David Tonoyan. Lo scorso 17 giugno avevamo formulato tale ipotesi sul nostro canale Telegram per via di una foto che ritraeva il Primo ministro armeno Nikol Pashinyan a bordo di un Su-30SM russo.

Le ipotesi dei media locali circa la decisione della Repubblica armena di dotarsi di caccia svedesi Saab JAS-39 Gripen sono state fermamente smentite da Tonoyan aggiungendo però che sarebbe giunta recentemente un’offerta relstuva a caccia da un altro paese straniero non meglio specificato.

Poco prima del cambio di governo in Armenia il Ministero della difesa del paese aveva rinviato la possibilità di acquistare caccia russi Su-30SM al 2024. Il  progetto, che prevedeva la vendita di almeno uno squadrone di caccia Sukhoi all’Aeronautica locale, sembrerebbe essere stato firmato, ssecondo il quotidiano russo Kommersant, addirittura nel 2012, ma tale contratto non è stato mai reso esecutivo a causa di difficoltà finanziarie.

su-30sm

Secondo Tonoyan le parti adesso si troverebbero nella fase finale della firma del contratto: Mosca e Yerevan starebbero infatti completando le procedure per l’attuazione dell’accordo sulla concessione di un prestito russo di 100 milioni di dollari per l’acquisto d’armi di fabbricazione russa. Gli accordi prevedono nel dettaglio la concessione del prestito con un interesse del 3% annuo, una scadenza di 15 anni e l’utilizzo dei fondi nel periodo 2018-2022.

Nel contesto geopolitico della regione caucasica la probabile acquisizione di caccia moderni come i Su-30SM da parte dell’Armenia potrebbe irritare lo storico rivale Azerbaigian che dal canto suo, secondo quanto espresso recentemente dai suoi vertici militari, avrebbe intenzione di sostituire parte degli equipaggiamenti di fabbricazione sovietico-russa con aerei di produzione occidentale e cinese.

Non si può escludere che con la fornitura di caccia Sukhoi all’Armenia, i russi abbiano voluto dare un segnale forte ai vertici azeri, così come avvenuto tempo fa con la vendita degli elicotteri da attacco Mil Mi-35M al Pakistan in risposta ai massicci acquisti di armamenti statunitensi da parte dell’India.

Su-30SME_tass

Il Su-30SM (nella foto di apertura un esemplare delle Forze Aeree Kazakhe) è una variante della serie Su-30MK (una classe di caccia multiruolo oggi presente nelle forze aeree di Algeria, India, Indonesia, Malaysia, Cina, Uganda, Venezuela e Vietnam), progettata dai tecnici Sukhoi sulla base delle richieste espresse dalla Difesa russa.

Modifiche che includono specificatamente tutti i sistemi presenti (radar, di comunicazione e IFF, nuovi sedili eiettabili, configurazione degli armamenti rinnovata e ulteriori modifiche) di esclusiva fabbricazione russa a differenza degli apparati francesi o israeliani presenti sulle versioni MK.

Per il resto il Su-30SM mantiene la stessa struttura del velivolo da cui deriva, incluse le alette canard e il sistema di propulsione AL-37FP con ugelli di scarico direzionabili indipendentemente lungo l’asse di beccheggio. Come per il Su-30MK anche la versione SM è realizzata a Irkutsk dalla società Irkutsk Aviation Plant.

Foto Forze Aeree Kazake, TASS e Sukhoi

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password