I programmi dell’Aviazione di Marina russa

detail_picture_572333

In un’intervista al giornale ufficiale delle Forze Armate russe Krasnaya Zvezda (Stella Rossa), il generale Igor Kozhin, comandante dell’Aviazione Navale russa (AV-MF), ha svelato alcuni dei progetti futuri in programma per il riarmo e l’ammodernamento della flotta aerea.

Tra questi degni di menzione il ricevimento entro la fine del 2019 di un velivolo anfibio Beriev Be-200 destinato – secondo le parole del Generale Kozhin – alle operazioni di soccorso (SAR) e alle operazioni antincendio.

Durante la cosiddetta “seconda fase” della modernizzazione degli aeromobili della Marina russa (relativamente al periodo 2021-2030), l’Aviazione navale dovrebbe ricevere nuovi velivoli tra cui aerei da scoperta radar, droni da impiego navali e un non meglio specificato futuro sistema aeronautico.

Infine, i nuovi elicotteri anfibi per le operazioni SAR saranno realizzati nel periodo 2031-2050, quando la terza fase della modernizzazione dei velivoli dell’AV-MF sarà in via di attuazione.

Foto Ministero Difesa Russa

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password