Immigrazione: da oggi Frontex presidia il confine tra Grecia e Albania

frontex_web-thumb-large--2-thumb-large

Prende il via oggi la prima operazione di Frontex al confine tra Albania e Grecia tesa a controllare i flussi di migranti illegali diretti verso la Ue risalendo i Balcani. A partire dal 22 maggio, le squadre dell’Agenzia saranno schierate insieme alle guardie di frontiera albanesi al confine greco.

Si tratta della prima volta che le forze della Guardia costiera e di frontiera europea vengono dispiegate sul territorio di un Paese extra-Ue (i negoziati per l’ingresso nell’Unione di Albania e Macedonia inizieranno il prossimo mese).

F.leggeri-avramopoulos-624x415

Il lancio della missione si è tenuto questa mattina a Tirana alla presenza del commissario Ue alla Migrazione, Dimitris Avramopoulos, insieme al direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, al premier albanese, Edi Rama, e al ministro degli Interni, Sander Lleshaj.

Al confine albanese-greco, le forze di Frontex saranno coadiuvate dalle squadre della Guardia di frontiera albanese. L’operazione segna una nuova fase della cooperazione tra i Paesi Ue e i Balcani occidentali e vedrà schierati in Albania .50 agenti, 16 autopattuglie e un furgone con termovisione provenienti da 12 Stati membri (Austria, Croazia, Repubblica ceca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Lettonia, Paesi Bassi, Romania , Polonia e Slovenia).

L’accordo tra Bruxelles e Tirana era stato ratificato il 5 ottobre 2018 ed è entrato in vigore lo scorso 1° maggio, primo degli accordi di cooperazione sulla gestione delle frontiere siglati tra l’Ue e gli altri Stato dei Balcani occidentali che entreranno in vigore nei prossimi mesi.

Foto Frontex

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password