Società russo-malese per la manutenzione dei Su-30MKM

8_Su-30MKM_Malaysia_Defence_Twitter (002)

I vertici militari della Malaysia sono giunti alla soluzione migliore per l’estensione della vita dei propri Sukhoi Su-30MKM (“Flanker-H”) attraverso la realizzazione di un’impresa locale che effettuerà la manutenzione approfondita sui caccia da combattimento di fabbricazione russa.

Per questo motivo un futuro piano per l’acquisto di Dassault Rafale o Eurofighter come parte del progetto MRCA (Multi-role Combat Aircraft), potrebbe subire un ritardo indefinito poiché Kaula Lumpur è alle prese con tagli di bilancio e con una crescente crisi economica dovuta alla netta flessione dell’esportazione di olio di palma nell’Unione Europea.

Il primo ministro malaysiano Mahathir Mohammed (noto per le posizioni anti-occidentali), in occasione del Salone di Langkaw LIMA-2019 ha infatti ribadito in tal senso la chiusura di ogni possibilità sul progetto MRCA nel breve e medio futuro nel momento in cui viene ad esistere questa nuova possibilità di iniziare a revisionare in loco i primi Su-30MKM.

La revisione sarà eseguita da Aerospace Technology Systems Corp (ATSC), una compagnia russo-malaysiana formata appositamente per effettuare non solo la manutenzione dei Su-30MKM ma anche per occuparsi del necessario approvvigionamento di ricambi (argomento spinoso recentemente affrontato da Analisi Difesa).

Un dirigente ATSC ha dichiarato a tal proposito che “sarà possibile effettuare servizi di manutenzione classica fino all’aggiornamento completo; ricordiamo infatti che le cellule e i motori dei caccia Sukhoi sono ancora molto validi e per questo motivo è possibile procedere ad un’estensione della vita di ogni velivolo di ulteriori 10-15 anni almeno.”

A proposito della crisi economica del paese, al salone LIMA-2019 è intervenuto Viktor Kladov, Direttore per la cooperazione internazionale e la politica regionale presso la Rostec State Corporation secondo cui Mosca si sarebbe impegnata col paese asiatico nell’aumento della richiesta di olio di palma malese in cambio di un sostanziale ritorno economico attraverso la vendita di armi.

Riguardo le polemiche dello scorso anno secondo cui la Royal Malaysian Air Force aveva a disposizione solo quattro Su-30MKM su diciotto, al salone LIMA-2019 sono stati visti non meno di dieci caccia Sukhoi che si sono alternati in esibizioni di volo di tutto rispetto.

Foto Difesa Makese

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password