Accordo russo-ungherese sulla produzione degli Ilyushin Il-103M

6_Il-103_MAGNUS (002)

Durante il programma commerciale del salone russo MAKS-2019 è stato siglato un accordo tra la UAC (United Aircraft Corporation) con la sussidiaria OJSC Ilyushin Aviation Complex e la società ungherese Magnus Aircraft Zrt. con la consociata Aviation Engineering Zrt; tale accordo trasferisce i diritti esclusivi di produzione e vendita in tutto il mondo degli aerei polivalenti leggeri Ilyushin Il-103M all’azienda ungherese, oltre allo sviluppo congiunto, la modernizzazione dell’Il-103, lo sviluppo, la produzione e la vendita di altri velivoli basati su eventuali futuri accordi a lungo termine.

L’Ilyushin Il-103M variante aggiornata dell’Il-103, è un velivolo monomotore ad ala bassa e carrello triciclo anteriore fisso sviluppato in Russia nei primi anni ‘90. Un aereo leggero utilizzato per diversi scopi quali l’addestramento, l’impiego per uso agricolo, il pattugliamento, l’osservazione o il monitoraggio ambientale; per la cronaca fu il primo aereo russo a conseguire nel 1998 la certificazione presso la Federal Aviation Administration per le vendite negli Stati Uniti.

Secondo i dati forniti dal costruttore l’aereo è lungo 8 m, alto 3.135 m, ha un’apertura alare di 10.56 m e può trasportare fino a 4 persone (pilota incluso). È alimentato da un motore Continental IO-360ES, un 6 cilindri boxer raffreddato ad aria capace di erogare una potenza pari a 210 hp e in grado di spingere l’Il-103 ad una velocità di crociera di 180-225 km/h e di fornire un’autonomia fino a 750 km. Ha un peso massimo al decollo di 1.310 kg e un carico utile massimo di 350 kg.

L’accordo siglato al MAKS 2019 è anche una grande opportunità per l’azienda ungherese poiché diventa possibile adesso l’esportazione di elementi compositi fabbricati a Pécs nonché la vendita in Russia dei velivoli ungheresi della linea “Fusion”.

Alla firma dell’accordo erano presenti il CEO di UAC Yury Slusar, il CEO di Ilyushin Yuri Grudinin e per la parte ungherese László Boros Presidente di Aviation Engineering Zrt., Róbert Horvàt Amministratore delegato di Aviation Engineering Zrt. e István Fàbiàn Project Manager di Magnus Aircraft Zrt.

Soddisfatto di Direttore Generale Grudinin che ha affermato: – “Siamo costantemente impegnati nella cooperazione a lungo termine e il nostro obiettivo è facilitare l’organizzazione della produzione di Il-103M per saturare il mercato dei piccoli aeromobili con macchine Ilyushin e promuovere così il marchio IL sul mercato estero.”

L’accordo tra russi e ungheresi porta a concludere infine che i colloqui tra Ilyushin e la società Kazakh Aviation Plant (KAZ) trattati da Analisi Difesa a inizio anno si siano risolti con un nulla di fatto.

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password