Ordini e ricavi in crescita nel bilancio semestrale di Leonardo

NH90-Qatar-2022-QNFH-045-pics-002

 

 

Il Consiglio di Amministrazione di Leonardo, riunitosi ieri sotto la presidenza di Luciano Carta, ha esaminato e approvato all’unanimità i risultati del primo semestre 2022.

“I solidi risultati del primo semestre – sottolinea Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo – ci consentono di confermare la Guidance per il 2022, grazie al miglioramento di tutti gli indicatori, inclusi l’EBITA e la cassa, e all’ulteriore consolidamento della crescita degli ordini in tutti i business, nei mercati domestici ed internazionali, il cui effetto si protrarrà in tutto il 2022.

Il giudizio positivo su Leonardo è riflesso anche dalla revisione ad outlook positivo da parte di S&P e Moody’s. Oltre al positivo andamento del business e della gestione finanziaria – conclude Alessandro Profumo – nel corso del primo semestre abbiamo finalizzato importanti operazioni strategiche di lungo periodo che consentono a Leonardo di giocare un ruolo da player globale nel mondo dell’Aereospazio e Difesa. In Europa abbiamo completato l’acquisizione della partecipazione in Hensoldt, mentre negli Stati Uniti abbiamo dapprima focalizzato il portafoglio di Leonardo DRS con le cessioni di GES e AAC, e poi rafforzato il suo core business strategico attraverso RADA, garantendo così ulteriore crescita, espansione dei margini e opportunità per tutto il Gruppo. Con questa operazione abbiamo inoltre colto l’opportunità di quotare DRS nell’attuale contesto di mercati caratterizzati da alta volatilità, mantenendo così quanto promesso lo scorso anno. Infine, alcune settimane fa, abbiamo organizzato il primo ESG Investor Day, dimostrando che le tematiche ESG sono al centro del nostro Piano volto a creare crescita sostenibile di lungo periodo e valore per tutti i nostri stakeholders”.

 

Risultati economico-finanziari del primo semestre 2022

I risultati dei primi sei mesi del 2022 confermano l’ormai consolidato percorso di crescita e aumento di redditività previsto a partire dal 2020, ancor più marcato considerando che l’EBITA del primo semestre 2021 – a differenza del semestre a confronto – include quali costi ormai ricorrenti gli oneri legati all’emergenza COVID.

Al fine di rendere comparabili i due periodi viene fornito il dato restated relativo ai periodi a confronto. I volumi di nuovi ordinativi continuano ad aumentare in maniera significativa, i Ricavi ed EBITA presentano incrementi in tutte le principali aree di Business. Pur risentendo dell’usuale profilo infrannuale caratterizzato da significativi assorbimenti nella prima parte dell’anno, anche il flusso di cassa risulta in netto miglioramento rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

Il dato relativo all’Indebitamento Netto di Gruppo riflette inoltre l’acquisto della partecipazione del 25,1% nella società tedesca Hensoldt (per 606 milioni di euro, oltre ai transaction costs correlati) intervenuto a inizio gennaio 2022.

 

Andamento Commerciale

Ordini: pari a 7.310 milioni di euro in significativa crescita (+9,4%) rispetto al primo semestre del 2021. Ottima performance commerciale di tutti i settori core di business, con particolare riferimento alla Divisione Velivoli che ha beneficiato di importanti ordini legati al programma Typhoon 4

Portafoglio Ordini: pari a 36.358 milioni di euro, assicura una copertura in termini di produzione leggermente superiore a 2,5 anni. Il book to bill (rapporto fra gli Ordini del periodo ed i Ricavi) risulta superiore a 1.

 

 Andamento Economico

Ricavi: pari a 6.576 milioni di euro, mostrano un trend positivo (+4%) rispetto al primo semestre del 2021 (6,3 miliardi), grazie principalmente alla performance degli Elicotteri

EBITA: pari a 418 milioni di euro, registra sostanzialmente la medesima crescita rilevata nei Ricavi (+5%), con il GIE ATR che azzera le performance negative registrate nel semestre precedente. Il dato del periodo corrente include anche gli oneri legati all’emergenza COVID-19 che, viceversa, nel primo semestre del 2021 erano stati classificati come oneri non ricorrenti. La crescita del primo semestre del 2022 in relazione al dato Restated del primo semestre del 2021 per tenere conto di tali oneri (374 milioni, con un ROS Restated del 5,9%) evidenzia un miglioramento del 12%, pari a 0,5 p.p. di ROS

EBIT: pari a 362 milioni di euro, beneficia sostanzialmente, rispetto al primo semestre del 2021 (€mil. 347), del miglioramento dell’EBITA. I costi non ricorrenti del periodo riflettono la svalutazione dell’esposizione verso i paesi coinvolti nel conflitto in essere fra Russia ed Ucraina, per un importo di 33 milioni. Il dato del primo semestre del 2021 viceversa includeva, come detto, gli oneri legati all’emergenza COVID-19

Risultato netto ordinario: pari a 267 milioni di euro, (177 milioni nel primo semestre del 2021), è pari al Risultato Netto e beneficia, oltre che dell’andamento dell’EBIT, del minore impatto degli oneri finanziari e fiscali.

 

Andamento Finanziario

Free Operating Cash Flow (FOCF): negativo per 962 milioni di euro, presenta un significativo miglioramento rispetto al dato del 30 giugno 2021 (negativo per 1.380 milioni). Tale risultato riflette il previsto positivo trend di miglioramento, pur confermando l’usuale profilo infrannuale caratterizzato da significativi assorbimenti di cassa nella prima parte dell’anno.

Indebitamento Netto di Gruppo: pari a 4.793 milioni di euro si incrementa rispetto al 31 dicembre 2021 (3.122 milioni) per effetto principalmente del sopradetto andamento del FOCF, nonché per l’acquisto, perfezionato nel mese di gennaio 2022, della partecipazione in Hensoldt AG e della quota dei correlati costi di transazione pagati, per 617 milioni di euro complessivi

Leggi il rapporto completo

Fonte: comunicato Leonardo

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password