Un nuovo cliente estero per gli elicotteri Mil Mi-171E

7_Mi-171E (002)

 

 

La Russia ha firmato un contratto con un cliente straniero per la fornitura di un lotto di elicotteri Mil Mi-171E modernizzati dotati di propulsori VK-2500PS-03; lo ha dichiarato il CEO di Rosoboronexport Alexander Mikheev.

In un suo recente rapporto infatti è emerso che oltre 100 elicotteri Mil Mi-171Sh e Mi-171E saranno consegnati a clienti stranieri nel prossimo futuro, la maggior parte dei quali verranno costruiti nello stabilimento aeronautico di Ulan-Ude la cui quota nel portafoglio ordini di Rosoboronexport oggi supera gli 80 miliardi di rubli.

7_Mi-171E (1) (002)

Del cliente straniero che ha acquistato la nuova versione del Mi-171E tuttavia non è stato fornito nessun dettaglio. Ricordiamo che la variante Mi-171E modernizzata dotata di propulsore VK-2500PS-03 fa parte di un programma di upgrade ampiamente discussa da Analisi Difesa già nel 2018.

Nota in patria col nome di Mi-171E2, le caratteristiche principali dell’aggiornamento sono i motori VK-2500PS-03 di fabbricazione russa con un sistema di controllo digitale di tipo FADEC e dotati di una potenza in modalità di emergenza di 2700 HP, un rotore principale in materiali compositi polimerici con profili migliorati e un rotore di coda a X simile a quello utilizzato sul Mi-171А2.

Altre modifiche riguardano inoltre una cellula parzialmente rivista con struttura di chiglia e di coda migliorate, un nuovo piatto oscillante, una trasmissione rinforzata, la dotazione di uno stabilizzatore di dimensione più ampia, moderna avionica, porte scorrevoli sia a sinistra che a destra e una capacità di carico sull’imbracatura esterna aumentata del 20% e pertanto giunta a 5000 kg.

Questi elicotteri sono attualmente al servizio in Uganda, Kenia, Kazakistan, Argentina, Sri Lanka, Cina, Iran, Iraq, Nigeria, Armenia, Zambia, Vietnam, Bangladesh e Pakistan.

Foto Russian Helicopters

 

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password