Anche missili Kh-31 nel contratto egiziano per 46 MiG-29M/M2

3_Egypt_Twitter (002)

In occasione della visita ufficiale effettuata dal Presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi lo scorso 19 ottobre ad una locale base aerea, una tra le tante foto scattate durante l’evento (alcune riportate in esclusiva per l’occasione anche sul nostro canale Telegram) avrebbe rivelato ulteriori dettagli sul contratto siglato nell’aprile del 2015 tra Il Cairo e Mosca relativamente all’acquisto di 46 caccia multiruolo MiG-29M/M2 del valore di 2 miliardi di dollari.

L’Egyptian Air Force (EAF) avrebbe infatti acquistato anche missili aria-terra della famiglia dei Kh-31 (AS-17 “Krypton” per la NATO), tuttavia dalla foto in questione non è chiaro se si tratti del missile Kh-31AD (antinave) o del Kh-31PD (antiradar), entrambi dotati di una portata fino a 250 Km in caso di lancio ad alta quota.

Una seconda versione della foto pubblicata dai media egiziani ha poi mostrato un altro tipo di missile ASM, ma la qualità dell’immagine non è stata sufficiente per identificare con certezza l’arma in questione anche se non è da escludere che si possa trattare del Kh-29TE (AS-14 “Kedge”) versione del Kh-29 a guida TV dotata di una portata massima di 30 chilometri.

Foto Twitter

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password