News da Mosca

7_TU-330_AviationModel (002)

Tupolev partecipa al progetto del nuovo aereo da trasporto medio

La società russa PJSC Tupolev ha in programma di creare un aereo da trasporto militare di media categoria: a dichiararlo è stato Alexander Konyukhov direttore generale del bureau Tupolev. Il protocollo e la relativa documentazione tecnico-tattica del nuovo velivolo destinato nello specifico alla sostituzione dei vecchi Antonov An-12 sarebbe stata approvata dalla Difesa russa nel novembre dello scorso anno.

Nella realizzazione di un progetto tale per le Forze Aerospaziali di Mosca ricordiamo che è in lizza anche un progetto firmato Ilyushin, ovvero l’Il-276 (progetto più volte trattato da Analisi Difesa) e pertanto, secondo fonti dell’industria aerospaziale russa i risultati della competizione potrebbero essere annunciati entro la fine dell’anno in corso.

La United Aircraft Company (UAC) interpellata dall’agenzia Sputnik avrebbe in effetti parzialmente confermato queste informazioni comunicando che la società starebbe lavorando al progetto di un velivolo da trasporto medio basato sulle innovazioni di Ilyushin e Tupolev; due bureau che per inciso fanno capo alla stessa UAC.

Ad oggi tuttavia, a differenza dell’Il-276, non sono noti i dettagli del futuro velivolo da trasporto medio che Tupolev avrebbe intenzione di presentare alla competizione; secondo alcuni analisti militari russi potrebbe esserci una discreta probabilità che il bureau possa proporre un velivolo nato agli inizi degli anni ’90 e sospeso per mancanza di fondi nei primi anni 2000: il Tupolev Tu-330 (vedi foto). Nulla di anomalo se consideriamo che il Tu-330 era nato proprio per sostituire i vecchi An-12 posizionandosi proprio nella classe media tra il futuro aereo da trasporto leggero Il-112V e il pesante Il-76MD-90A. Chissà che la Difesa russa non decida di alleggerire il carico di lavoro sull’intera serie di aerei da trasporto demandati al bureau Ilyushin potendo contare su un progetto Tupolev che condivide tra l’altro numerose parti e componenti dei liner/utility Tu-204/214.

 

Primo volo ufficiale dell’UCAV Sukhoi S-70 “Okhotnik-B”

Come annunciato lo scorso 3 agosto sul nostro canale Telegram, l’UCAV pesante russo Sukhoi S-70 Okhotnik-B (Hunter) ha effettuato il suo primo volo ufficiale alle 12:20 ora di Mosca.

3_Okhotnik_Russian_MoD (002)

Durato poco più di 20 minuti, l’Okhotnik sotto il controllo dell’operatore ha effettuato diversi sorvoli della base aerea ad un’altitudine di circa 600 metri e successivamente ha concluso il volo con un atterraggio come mostrato in un video fornito dal Ministero della Difesa russo il successivo 7 agosto.

Per la cronaca, il volo ufficiale dell’Okhotnik fa seguito al primo brevissimo distacco dalla pista avvenuto lo scorso 25 maggio così come notiziato a suo tempo da Analisi Difesa.

Mostrato in anteprima sul nostro canale Telegram lo scorso 23 gennaio, l’Okhotnik è un UCAV da 20 tonnellate caratterizzato da un design tuttala, privo di coda e derive e dotato di una presa d’aria dorsale. L’Okhotnik sfrutta una notevole capacità stealth dettata dall’uso di materiali compositi e da uno speciale rivestimento radar assorbente sviluppati durante la realizzazione del caccia di quinta generazione Su-57.

In relazione agli elementi di intelligenza artificiale e autonomia l’Okhotnik è stato definito dai suoi costruttori come il prototipo del primo velivolo russo di sesta generazione. Secondo alcune ipotesi è molto probabile che il suo utilizzo possa avvenire anche nel ruolo di gregario assieme al caccia Sukhoi Su-57.

 

 Il turboalbero Klimov TV-117V supera i test in condizioni di ghiaccio

Il motore turbojet TV7-117V progettato per l’installazione sui nuovi elicotteri multiruolo Mil Mi-38 è stato testato con successo in condizioni di ghiaccio continuo e intermittente; a riferirlo  il servizio stampa della UEC (United Engine Corporation) – Klimov.

4_TV-117V_Klimov (002)

“I test del motore TV7-117V in condizioni di ghiaccio sono stati completati con successo. Il motore sviluppato da UEC-Klimov ha dimostrato con successo la sua efficienza durante i test effettuati presso il Centro di test scientifici dell’Istituto centrale di motori aeronautici intitolato a P.I. Baranov (TsIAM)” su legge in un comunicato dell’azienda.

Durante il programma di prova il motore ha lavorato in condizioni difficili di ghiaccio continuo e intermittente, ad altezze fino a 4000 m, a temperature fino a -30°C in tutte le possibili condizioni operative.”

Si noti che, a seguito dei test, è stata ottenuta la conferma della possibilità di un efficiente funzionamento del motore in condizioni di ghiaccio intense. Ciò espande significativamente le possibilità di utilizzare elicotteri dotati di questo propulsore in aree geografiche con temperature estremamente basse: un’ulteriore conferma dello sviluppo di una versione da impiego artico del nuovo Mil Mi-38 come ampiamente trattato da Analisi Difesa. I

l motore TV7-117V progettato e realizzato in serie dalla UEC-Klimov è un motore turboalbero (versione specifica per il nuovo Mi-38) dotato di componenti 100% Made in Russia. Variante del turboelica Klimov TV7-117 progettato per il regional Ilyushin Il-114, la variante turboalbero “V” da 2500 RPM è dotato di un moderno design e di un nuovo sistema FADEC basato sull’unità di controllo elettronica del motore BARK-12 o BARK-57 che fornisce alta potenza con bassi consumi di carburante e maggiore affidabilità di volo.

Foto Tupolev, Ministero della Difesa Russo e UAC-Klimov

 

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password