Dettagli Autore

  • Antonio Li Gobbi23 Articoli

    Nato nel '54 a Milano da una famiglia di tradizioni militari, entra nel '69 alla "Nunziatella" a Napoli. Ufficiale del genio guastatori ha partecipato a missioni ONU in Siria e Israele e NATO in Bosnia, Kosovo e Afghanistan, in veste di sottocapo di Stato Maggiore Operativo di ISAF a Kabul. E' stato Capo Reparto Operazioni del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI) e, in ambito NATO, Capo J3 (operazioni interforze) del Centro Operativo di SHAPE e Direttore delle Operazioni presso lo Stato Maggiore Internazionale della NATO a Bruxelles. Ha frequentato il Royal Military College of Science britannico e si è laureato con lode in Scienze Internazionali e Diplomatiche a Trieste.

AP

Il twitteromane della Casa Bianca ha lanciato i suoi missili ieri notte! In televisione, ai suoi concittadini, ha detto...

Leggi tutto
C_2_articolo_3081347_upiImagepp

Dopo le dichiarazioni bellicose di Trump, cui hanno fatto eco quelle di Macron e Theresa May, c’è chi, come...

Leggi tutto
C_2_articolo_3081347_upiImagepp

Il pirotecnico presidente statunitense avrebbe telefonato il 2 marzo ad Angela Merkel ed Emmannuel Macron per minacciare che “non...

Leggi tutto
11-trump putin

Le notizie degli ultimi giorni relative alla Siria e agli incidenti che hanno coinvolto assetti israeliani ed iraniani sono...

Leggi tutto
libya_niger_guard

Nel XIX secolo molte potenze europee hanno avviato discutibili operazioni militari in Africa anche al fine distogliere l’attenzione dell’opinione...

Leggi tutto
4df9d6ed-0123-493e-be25-a8983bc06e6605Medium

Gli occhi del mondo politico mondiale sono rivolti al Mar della Cina, in occasione del “pellegrinaggio” di Trump tra...

Leggi tutto
catalogna-referendum-indipendenza

Barcellona ha dichiarato l’indipendenza. Madrid ha applicato l’articolo 155 della Costituzione, commissariando di fatto (almeno provvisoriamente) la Regione e...

Leggi tutto
Roma, 13 gen. (askanews) - Il generale libico Khalifah Belqasim Haftar "ha firmato un accordo" con Mosca per l'installazione di una base militare in Libia. A scriverlo oggi è al Quds al Arabi, quotidiano panarabo di proprietà del Qatar, Paese che sostiene l'ex governo islamista di Salvezza nazionale di Tripoli.

Non solo ma la stessa testata, in un editoriale pubblicato oggi sul suo sito on-line, parla di "prossime manovre della marina militare russa" nelle acque del mediterraneo davanti alle coste libiche che avrebbe l'obbiettivo di "testare eventuali reazioni dei Paesi occidentali, troppo preoccupati di non impantanarsi" nel caos del Paese Nordafricano. 

Mercoledì scorso, il generale Haftar ha visitato l'incrociatore russo Kuznetsov. Il comandante del sedicente esercito nazionale libico è stato accolto a bordo dal Vice Ammiraglio V. N. Sokolov e una volta sul vascello si è collegato in videoconferenza con il Ministro della Difesa della Federazione Russa Sergei Shoigu, come ha fatto sapere in un comunicato il ministero
della Difesa russo. (segue)

Al momento la grande preoccupazione per la sicurezza internazionale è rappresentata dalle guerre nucleari minacciate tra Kim Jong-un e...

Leggi tutto
183958954-079aa881-b45c-4564-92cb-49024c34c324

Alcuni giorni fa, in un articolo su questa testata affermavo che da parte del governo italiano era stato perlomeno...

Leggi tutto
image-20170725phf9282

Come sappiamo, con un colpo da maestro, Macron ha riunito per la prima volta i due maggiori leader libici...

Leggi tutto

Pagina 1 di 3

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password