Kiev ordina 3 aerei da trasporto An-178 ad Antonov che cambia ancora a.d.

9_An-178_Wikimedia-002

L’Ucraina ha annunciato l’intenzione di acquistare tre nuovi aerei da trasporto militare Antonov An-178 per sostituire parte della propria flotta di vecchi Antonov An-26.

Citando un rapporto del Ministro per le Industrie strategiche Oleg Urusky, i media specializzati locali hanno riferito che la Difesa ucraina ha già preparato una bozza di contratto con il bureau Antonov per l’acquisto di tre velivoli An-178: – «La speranza – ha riferito Urusky – è aumentare il numero di velivoli ordinati dal nostro Ministero della Difesa.»

Funzionari ucraini hanno confermato infatti che l’obiettivo principale è quello di svecchiare la flotta di aerei da trasporto militare An-26 di epoca sovietica, un chiaro riferimento al gravissimo incidente occorso a Kharkiv lo scorso 26 settembre che ha visto lo schianto di un An-26Sh dell’Aeronautica ucraina con la morte di ben 25 militari (di cui 20 cadetti e 5 ufficiali della Forza Aerea) e solo due sopravvissuti.

L’Antonov An-178 è un aereo da trasporto militare a corto/medio raggio realizzato sulla base del regional An-158 (An-148-200) ma dotato di una rampa di carico posteriore; i due modelli hanno infatti in comune molti componenti compresa l’ala, la sezione anteriore di fusoliera con la cabina e il carrello anteriore.

Capace di operare anche da piste semi preparate, l’An-178 è in grado di portare carichi fino a 18 tonnellate con una velocità massima di 800 km/h. Nella versione militare, secondo i dati forniti recentemente dal costruttore, l’An-178 è in grado di trasportare fino a 90 soldati o 84 paracadutisti; nella versione MedEvac può ospitare invece fino a 40 barelle e 38 posti a sedere.

Destinato a sostituire i vecchi An-12/26/32, l’An-178 è un progetto realizzato in principio con l’obiettivo di equipaggiare le Forze Aeree russe, tuttavia nel contesto dell’attuale crisi tra Mosca e Kiev il bureau ucraino ha dovuto cercare altri partner commerciali e procedere alla sostituzione della realizzazione di tutte le componenti Made in Russia.

Al momento il Perù risulta essere l’unico cliente estero dell’An-178 avendone ordinato un’esemplare oramai in via di completamento presso gli stabilimenti di Kiev: ignoto invece lo stato attuale della lettera d’intenti emessa lo scorso anno dalla Guardia Nazionale ucraina e relativa a ben 13 nuovi esemplari.

200117200388_176122 (002)

A causa delle difficoltà dell’azienda aeronautica ucraina, il 4 novembre si è dimesso dalla carica di CEO Olexander Losya, dopo appena cinque mesi di reggenza e dopo essere subentrato a sua volta a Oleksandr Donets nel mese di giugno.

Prende il suo posto Sergei Bychkov, chgià Vice-presidente – Direttore esecutivo e prima ancora ingegnere capo di Antonov. Bychkov (nella foto sopra) ha 75 anni e lavora in Antonov dal 1969.

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password