Imminente la partenza della portaerei Cavour per gli Stati Uniti

1

Le forze aeree della Marina Militare si apprestano a scrivere una nuova pagina della storia della propria componente ad ala fissa imbarcata.

La portaerei STOVL Cavour (C 550) è in procinto di lasciare la base navale di Taranto per raggiungere gli Stati Uniti ed iniziare l’attività che la porterà a qualificarne il ponte di volo, strutture, equipaggiamenti e personale, per l’impiego del velivolo stealth di quinta generazione Lockheed Martin F-35 Lightining II nella versione B a decollo corto ed atterraggio verticale.

F-35B Marina italiana

Nel corso del simposium annuale delle Forze di Superficie della US Navy edizione 2021 o Surface Navy Association (SNA) 2021, come anticipato dal capo di stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone nel corso della sua audizione parlamentare lo scorso fine ottobre, il capitano di vascello Gianfranco Vizzini, attaché navale presso l’Ambasciata Italiana a Washington, parlando ieri all’International Navies Forum, ha annunciato la missione americana del Cavour.

cavour99_jpg_415368877-10

Secondo l’ufficiale il principale evento per il 2021 sarà “il prossimo dispiegamento della portaerei Cavour negli Stati Uniti per quella che abbiamo chiamato campagna Ready for Operation che consiste nell’ottenimento della qualifica (della nave) e nella conduzione di operazioni navali joint e combined con l’impiego dei velivoli F-35B.

 Tale campagna sarà portata a termine in stretta cooperazione con la US Navy, ma specialmente con il Corpo dei Marine. L’unità è previsto che arrivi presso (la base navale di) Norfolk in Virginia in alcune settimane, per essere più precisi a metà del mese di Febbraio”.

F-35B MM

Per le successive sei settimane saranno condotte tutta una serie di attività per la qualifica del ponte e gestione operazioni del velivolo che vedrà, secondo quanto riportato dall’ufficiale italiano, la partecipazione di un distaccamento del Corpo dei Marine, che verrà imbarcato e contribuirà alla qualificazione della nave e del personale all’impiego degli F-35B nonché all’integrazione del velivolo nelle operazioni navali.

Come è previsto la Marina Militare sta ricevendo 15 F-35B, “di cui il prossimo velivolo verrà consegnato in Aprile e sarà il primo velivolo ad essere imbarcato sull’unità”.

 

Nato a Genova nel 1966 e laureato in giurisprudenza, è corrispondente per l'Italia e collaboratore delle riviste internazionali nel settore della difesa del gruppo inglese IHS Markit (Jane's Navy International e Jane's International Defence Review) e della casa editrice tedesca Mittler Report Verlag (European Security & Defense e pubblicazioni collegate) nonché delle riviste di settore Armada International, European Defence Review e The Journal of Electronic Defense. In Italia collabora anche con Rivista Marittima, Aeronautica & Difesa e la testata online dedicate al settore marittimo ed economico The MediTelegraph (Secolo XIX).

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password