Anche l’Indonesia vuole il missile antinave indo-russo BrahMos

2_BrahMos (2) (002)

 

 

Il rafforzamento navale cinese sta generando in tutto il Sud Est asiatico una corsa al riarmo che vede protagonisti anche i missili antinave. L’Indonesia, impegnata in un robusto programma di potenziamento navale,  secondo il giornale web locale Financial Express Online. prevede di acquistare missili anti-nave (ASM) BrahMos cin cui equipaggiare le proprie unità navali.

Indicativamente entro la fine dell’anno in corso è prevista la firma del secondo contratto di esportazione per la fornitura di una versione anti-nave del missile da crociera supersonico BrahMos prodotto dalla joint venture russo-indiana BrahMos Aerospace.

Secondo l’organo di stampa indiano i negoziati con l’Indonesia sull’esportazione del BrahMos sono in “fase avanzata”: il contratto avrebbe potuto essere firmato prima ma a causa di problemi politici interni l’accordo dovrebbe essere firmato tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023 tanto che un team di esperti della BrahMos Aerospace avrebbe già visitato un cantiere indonesiano per studiare la possibile integrazione dei missili antinave.

La pubblicazione ricorda in effetti che nel 2018 l’Indonesia era tra i paesi dell’ASEAN (Association of South-East Asian Nations) ad aver espresso interesse per il missile indo-russo.

All’incontro dei leader di dieci paesi del vertice dell’ASEAN-India Commemorative summit di Nuova Delhi tenutosi nel gennaio 2018, alcuni paesi tra cui appunto l’Indonesia si erano rivolti all’India con l’opportunità di valutare i sistemi missilistici BrahMos e da difesa aerea Akash.

Giacarta potrebbe diventare il secondo cliente straniero (nonché il secondo membro dell’ASEAN) dopo le Filippine, ad entrare in possesso dei missili BrahMos. All’inizio di quest’anno infatti, India e Filippine hanno firmato un contratto da 374,96 milioni di dollari per la fornitura di tre batterie costiere dotati di missili supersonici BrahMos Block 1.

2_BrahMos (1) (002)

Inoltre, il Financial Express Online valuta che anche il Vietnam (membro anch’esso dell’ASEAN) starebbe negoziando con l’India la fornitura di missili BrahMos e Akash. Trattative, sebbene ancora in fase iniziale, sarebbero in corso anche con la Malaysia.

Ampiamente trattato in passato da Analisi Difesa, il missile da crociera supersonico BrahMos (acronimo dei fiumi delle due nazioni coinvolte nel progetto, Brahmaputra e Moscova) è un progetto sviluppato dalla joint venture indo-russa DRDO (Organizzazione per la ricerca e lo sviluppo della Difesa indiana) e NPO Mashinostroyeniya e basato sul missile da crociera supersonico antinave russo P-800 “Oniks” (Codice NATo SS-N-26 “Strobile”), noto anche nella versione da esportazione come “Yakhont” .

Dotato di propulsione razzo/ramjet a due stadi, il BrahMos può trasportare una testata convenzionale da 300 chili con una gittata massima di 290 chilometri ad una velocità massima di circa Mach 3 rendendolo di fatto uno dei missili da crociera più veloci del mondo.

L’arma è lanciabile da navi, sottomarini, aerei o da batterie terrestri. Recentemente India e Russia hanno annunciato la creazione di una versione anti-AWACS e di un’ulteriore variante dotata di velocità ipersonica. Ad oggi il BrahMos è in servizio con tutti e tre le Forze Armate indiane: Aeronautica, Marina ed Esercito.

Foto: BrahMos Aerospace

 

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password