Export difesa: delusa dall’India Mosca guarda al Pakistan?

d3ae9df14b9ac9686b75ecf53cad98aa

Interpellato dai media nazionali circa il rifiuto dell’India di proseguire la collaborazione sul programma FGFA, Konstantin Makiyenko Vice Direttore del Centro per l’Analisi delle Strategie e delle Tecnologie (CAST) è stato categorico: la risposta di Mosca dovrebbe essere quella di aumentare il rapporto commerciale col Pakistan proponendo finanche il caccia multiruolo Sukhoi Su-35.

“I nostri fornitori – ha dichiarato Makiyenko – hanno paura di offendere gli indiani. Invano. Credo che, sullo sfondo dell’esitazione perenne dell’India sul progetto di un caccia di quinta generazione sia necessario promuovere il nostro Su-35 il più attivamente possibile in Pakistan. Altrimenti, in 5-7 anni, questo mercato sarà occupato da produzioni cinesi, sudcoreane o addirittura turche”.

Makiyenko è insomma convinto che la Russia dovrebbe abbandonare ogni timore di cooperazione con il Pakistan per via di obblighi storici o morali di cooperazione a senso unico con Nuova Delhi, così come l’India non ha avuto finora alcuna remore a firmare contratti con partner europei o americani.

“In passato, nell’interesse del partner indiano, abbiamo spesso rifiutato contratti vantaggiosi con il Pakistan. Credo sia ora di cambiare strategia.”- ha concluso Makienko. Ricordiamo che timidi passi in tal senso sono stati fatti col recente contratto di acquisto da parte di Islamabad di quattro elicotteri d’attacco Mil Mi-35M (nella foto) e secondo nostre fonti esclusive potrebbe esserci la concreta possibilità di firmare un secondo contratto per almeno un’altra dozzina di medesimi elicotteri.

Foto Russian Helicopters

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password