Analisi Sicurezza

42706_01_south-korea-north-advancing-cyber-army
Analisi Sicurezza

Uniità 180: i cyber guerrieri di Kim

Negli ultimi anni, la Corea del Nord è stata accusata a più riprese di aver perpetrato una lunga serie di attacchi online, soprattutto verso reti finanziarie, contro gli Stati Uniti,…

Leggi tutto
china-426-129008421736505200
Analisi Sicurezza

Cina: una legge per dare più potere all’intelligence

Più la Cina si apre all’economia globale, più stringe le maglie della sua sicurezza anche in campo cyber. Va in questo senso la nuova proposta di legge pubblicata per una…

Leggi tutto
the-wannacry-ransomware-attack_535798c2-38bf-11e7-b30b-76e7402dac55
Analisi Sicurezza

WannaCry: come funziona e come poteva essere fermato

Venerdì 12 maggio un vasto attacco informatico, il più grande della storia di questo tipo, utilizzando il programma ransomware Wannacry – o WannaCrypt, Wanna Decryptor, WannaDecrypt0r 2.0 – (entrambi portmanteau…

Leggi tutto
WannaCry-630x454
Analisi Sicurezza

L’attacco hacker globale è davvero finito?

L’attacco hacker che ha colpito circa 150 paesi in tutto il mondo, con buona probabilità si ripeterà. Non è stato il primo e né sarà l’ultimo. Quello che cambia sono…

Leggi tutto
Roma, 3 lug. (askanews) - Sono oltre 36mila, tra morti e feriti, le vittime del terrorismo in Iraq nel 2014. Il bialncio di sangue, ad un anno dalla nascita dello Stato Islamico (Isis) autoproclamatosi il 29 giugno 2014, lo ha reso noto con un rapporto il ministero dei Diritti dell'Uomo iracheno. Oltre i morti e i feriti, il ministero ha censito anche altri danni provocati dalla furia distruttrice degli uomini del Califfato come la distruzione di ben 201 moschee e della fuga di circa mezzo milione di famiglie dalle province controllate dai Jihadisti: Ninive, al Anbar e Salhuddine.

"Il numero dei morti nel corso dell'anno scorso in tutte le province irachene ad eccezzione di Ninive, Salhuddine e al Anabr (quelle controllate dall'Isis, ndr) e la regione autonoma del Kurdistan è stato di 4722 persone uccise mentre quelle ferite sono state in 28.525", ha detto il ministero iracheno in un comunicato diffuso oggi. 

Pesante anche il bilancio delle vittime tra gli uomini dei media. Secondo i dati del ministero, dal 2013 al 2014 sono stati uccisi 406 giornalisti, "14 dei quali trucidati nel 2014". Tributo di sangue anche tra i magistrati che nel corso dell'anno appena passato hanno perso "sei giudici uccisi dai terroristi".

Nel rapporto del ministro viene censito anche il numero dei luoghi di culto musulmani distrutti dagli islamisti del Califfato; secondo i dati della Sovraintendenza sunnita dalla nascita dell'Isis a giugno ad oggi nelle zone controllate dagli uomini del Califfo Abu bakr al Baghdadi "sono stati colpiti 201 moschee". Ed infine stando ai dati del ministero della Migrazione, "nel 2014 sono state 493.990 le famiglie che sono fuggite dalle proprie province" a causa della violenza.
Analisi Sicurezza

Condannati 22 dei 330 foreign fighters bosniaci

La Bosnia-Erzegovina è al settimo posto al mondo per numero di combattenti dell’Isis in rapporto alla popolazione. Stando a un rapporto statunitense di cui hanno dato notizia i media a…

Leggi tutto
104252436-3ED3-PL-TRUMP-CYBERSECURITY-1-013117.1910x1000
Analisi Sicurezza

Tutti gli uomini di Trump per la cyber security

Il presidente americano Donald Trump ha finora guardato largamente al di fuori delle istituzioni per costruire il suo team di cyber security, ma alcuni componenti chiave hanno maturato esperienze in…

Leggi tutto
Lock Shield
Analisi Sicurezza

Conclusa l’esercitazione Nato di difesa cyber Locked Shields 2017

Si è conclusa ieri la più grande esercitazione internazionale tecnica di Cyber Defense organizzata dal NATO Cooperative Cyber Defence Centre of Excellence di Tallinn, Estonia. Con venticinque nazioni, 800 partecipanti…

Leggi tutto
images1PZKZB0M
Analisi Sicurezza

Migliaia di talebani tra i “rifugiati” in Germania

Migliaia di ex combattenti talebani potrebbero essere entrati in Germania negli ultimi due anni con i flussi di oltre un milione di migranti e rifugiati. Lo ha riferito la rivista…

Leggi tutto
tunisia-islamistsRTR3168R-400x400
Analisi Sicurezza

La Tunisia blocca l’espatrio degli aspiranti foreign fighters

Sono 27.371 i tunisini aspiranti jihadisti cui le autorità del Paese hanno impedito di raggiungere i territori di combattimento. Lo ha affermato il 20 aprile il ministro dell’Interno di Tunisi,…

Leggi tutto
foto 02
Analisi Sicurezza

Futuro roseo per i contractors delle PMSC

Da tutto il mondo giungono conferme di un sempre roseo futuro per le Private Military & Security Companies. I casi più eclatanti riguardano Stati Uniti, Cina, Russia, ma anche la…

Leggi tutto

Pagina 1 di 29

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password